fbpx
ItalianOptic

Come evitare di rovinare gli occhiali: 5 consigli per la manutenzione

manutenzione-occhiali

Gli occhiali sono un accessorio molto importante, che siano da vista o da sole hanno un ruolo determinante che, però, spesso, viene sottovalutato, ovvero proteggere i nostri occhi. Per questo motivo, ma anche per la loro innata fragilità, devono essere trattati nel miglior modo possibile e la loro manutenzione richiede molta cura e attenzione, sia quando si puliscono, sia quando vengono posti da parte. Di seguito, cinque consigli per una manutenzione ideale.

Come trattare gli occhiali


La prima accortezza per prendersi cura dei propri occhiali, è il loro utilizzo. Spesso fanno talmente parte di noi, che li trattiamo senza attenzione, come fossero una maglietta sporca, dimenticandoci della loro incredibile fragilità. Invece, è proprio da qui che deve partire una corretta manutenzione degli occhiali, fin dal modo in cui li impugniamo. La montatura, infatti, va presa sempre con tutte e due le mani, sia per toglierli che per inforcarli e quando li mettiamo da qualche parte, dobbiamo fare attenzione che le lenti non poggino sul piano dove li sistemiamo. Inoltre, gli occhiali non devono mai essere dimenticati vicino a fonti di calore (cruscotto dell’auto, termosifone, stufa ecc.), perché la montatura potrebbe deformarsi e la superficie delle lenti alterarsi. Se ci spruzziamo la lacca sui capelli o del profumo usando un prodotto spray, è sempre meglio toglierci gli occhiali, perché queste sostanze possono danneggiare le lenti. Stessa cosa quando scoliamo la pasta o apriamo un forno molto caldo, perché il vapore può rovinarle.

La pulizia quotidiana degli occhiali


Un altro passaggio molto importante per una corretta manutenzione degli occhiali, è la loro pulizia quotidiana. Spesso vengono commessi tanti errori, sottovalutando l’importanza di questo semplice gesto e si utilizzano materiali sbagliati o, peggio, dannosi per le lenti, a cominciare dai fazzoletti. I graffi sulle lenti non possono essere tolti, per cui se per superficialità o fretta vengono usati gli strumenti sbagliati, potremmo essere costretti a dover cambiare gli occhiali. Il modo ideale per pulire le lenti, è utilizzando i panni in microfibra o in camoscio, perché oltre a non danneggiare la superficie delle lenti, rimuovono la polvere, l’unto e l’umidità. Se, poi, vogliamo essere ancora più approfonditi, allora si possono lavare sotto l’acqua corrente, mai calda però, e si può aggiungere del sapone per le mani con un PH neutro. Dopo averli lavati, bisognerà eliminare l’acqua in eccesso con molta delicatezza e asciugarli coi panni già citati. 

L’immersione a ultrasuoni


A queste accortezze quotidiane nella manutenzione degli occhiali, si può aggiungere, ogni sei mesi, una bella pulizia tramite l’immersione a ultrasuoni. È un servizio che potete chiedere tranquillamente al vostro ottico di fiducia e che assicura una pulizia intensiva ed efficace. Inoltre, è un intervento per cui bisogna spendere soltanto una manciata di minuti del proprio tempo, ma che è in grado di conferire a ogni tipo di lente un aspetto rinnovato e lucente.

pulizia occhiali

Dove conservare e riporre gli occhiali


Nessuno può portare gli occhiali ventiquattro ore al giorno, perciò, per una loro giusta manutenzione, è necessario individuare i corretti posti dove conservarli quando non li usiamo. Il primo posto, quello più naturale, è la loro custodia che deve assicurare agli occhiali una adeguata protezione da polvere e agenti “inquinanti”. Qualora non aveste la custodia con voi, la principale accortezza è di poggiarli con le lenti rivolte sempre verso l’alto, ma se il “metti e leva” è molto frequente, allora, forse, è il momento di pensare a una cordicella da tenere agganciata al collo, molto utile anche per non perderli. Infine, ricordatevi di non tenerli vicino alle fonti di calore o di freddo intenso ed evitare di poggiarli su superfici metalliche o su plastiche esposte al sole, perché ogni variazione termica può danneggiare sia la montatura che le lenti, di qualunque materiale queste siano composte.

La manutenzione della montatura


Naturalmente, non sono soltanto le lenti ad aver bisogno di pulizia e manutenzione, ma anche la montatura. Di qualsiasi materiale sia, plastica o acciaio o altro, è necessario pulirla periodicamente, usando, per esempio, uno spazzolino da denti a setole morbide, con il quale pulire, in particolare, le parti in plastica e gli occhielli. Attenzione anche alle vitarelle laterali, perché con l’utilizzo tendono ad allentarsi, per cui prima che si stacchino del tutto e ci facciano cadere gli occhiali, è utile stringerle servendoci di un piccolo cacciavite. La migliore manutenzione però è presso il nostro ottico di fiducia che può aiutarci anche per la pulizia della montatura, con un controllo da effettuare almeno una volta all’anno e, durante il quale, chiedere una pulizia intensiva.